News

  • senato

    Formazione continua e ruolo Ordini professionali: presentata interrogazione parlamentare

    Uniformare la normativa nazionale sull'aggiornamento professionale obbligatorio, aggiornare i parametri per l'assegnazione dei crediti formativi professionali e omologare il regime sanzionatorio. Sono alcune delle richieste inserite all'interno dell'…
    • se il Ministro in indirizzo non ritenga opportuno aggiornare i parametri di concretizzazione del credito formativo derivante da titoli accademici conseguiti dagli iscritti prima e durante l'entrata in vigore della normativa sulla formazione obblig…
    • se non ritenga opportuno, nell'ambito delle proprie competenze, integrare la normativa in vigore nell'ambito della formazione obbligatoria continua relativa alla professione di ingegnere, affinché costituisca un obbligo in capo agli ordini territo…
    • quali misure intenda adottare, anche di carattere normativo, per garantire maggiore uniformità sul territorio nazionale per quanto riguarda la certificazione a scopo formativo di enti e società a cui devono attenersi gli ordini territoriali nazion…
    • quali iniziative di competenza si proponga di realizzare, per garantire uniformità di giudizio tra consigli di disciplina facenti capo ad ordini territoriali differenti nel caso in cui un iscritto compia un atto professionale senza essere in posse…
    • quali misure intenda adottare al fine di omologare il regime sanzionatorio applicabile agli iscritti all'albo che compiono atti professionali, ma che non abbiano conseguito i 30 CFP annui;
    • se non ritenga opportuno armonizzare la normativa relativa alla formazione obbligatoria continua alla legislazione europea in materia di libera concorrenza, visto anche il precedente giurisprudenziale costituito dalla sentenza nella causa C-1/12 e…

     

    (Fonte: Lavoripubblici.it)

  • PROFESSIONISTI

    Statuto dei Lavoratori autonomi: formazione e aggiornamento professionale deducibili al 100%

    Maggiore tutela per il lavoro autonomo: è l'obiettivo principale del disegno di legge che sarà esaminato in Consiglio dei Ministri il 28 gennaio 2016.
    Il disegno di legge prevede alcune disposizione a favore della libera professione tra le quali:
    • la deducibilità al 100%, entro il limite annuo di 10.000 euro, delle spese per l'iscrizione a master e corsi di formazione o di aggiornamento professionale nonché spese di iscrizione a convegni e congressi;
    • la deducibilità al 100%, entro il limite massimo di 5.000 euro, delle spese sostenute per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno dell'auto-imprenditorialità (questo farà piacere alla neonata C…
    • l'equiparazione definitiva dei liberi professionisti alle piccole e medie imprese per l'accesso ai piani operativi regionali e nazionali a valere sui fondi strutturali europei, superando e ampliando quanto previsto dalla Legge di Stabilità per il …
    • la possibilità di accedere all'indennità di maternità indipendentemente dalla effettiva astensione dall'attività lavorativa;
    • l'estensione del congedo parentale anche ai lavoratori per un periodo di 6 mesi entro i primi 3 anni di vita del bambino;
    • la sospensione dal versamento dei contributi previdenziali in caso di malattia e infortunio di gravità tale da impedire lo svolgimento dell'attività lavorativa per oltre 60 giorni;
    • la previsione del "lavoro agile" come nuova modalità flessibile di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato.
    In riferimento alla deducibilità completa delle spese informazione, il sottosegretario al Ministero dell'Economia e delle Finanze, Enrico Zanetti, ha commentato: "Il disegno di legge sul lavoro autonomo che sta per essere licenziato dal Consiglio dei Ministri reca numerose norme importanti e attese per la tutela di questi lavoratori e lavoratrici, ma voglio esprimere una soddisfazione particolare per la norma …".
    (Fonte: Lavoripubblici.it)

  • CANTIERI

    Cantieri edili, quando è obbligatorio il preposto alla sorveglianza

    In caso di montaggio e smontaggio di opere provvisionali, lavori di demolizione e montaggio e smontaggio dei ponteggi la nomina del preposto alla sorveglianza dei lavori è obbligatoria. Lo ha chiarito il Ministero del Lavoro in risposta ad un interpello dell’Ance sulla corretta interpretazione della figura del preposto alla sorveglianza dei ponteggi ai sensi del D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico sulla salute e sicurezza nei luoghi di lav…il datore di lavoro assicura che i ponteggi siano montati, smontati o trasformati sotto la diretta sorveglianza di un preposto, a regola d’arte e conformemente al Pi.M.U.S., ad opera di lavoratori che hanno ricevuto una formazione adeguata e mirata a…ratori che effettuano tali attività. L’articolo 136 del Testo unico infatti stabilisce che “”. Il Ministero inoltre specifica che il Testo Unico prevede la presenza di un preposto anche nell’ambito di altre attività ritenute pericolose quali quella r…

    Anche lo stesso datore di lavoro può svolgere la funzione di preposto, purché abbia seguito gli appositi corsi di formazione. Il preposto addetto al controllo nelle fasi di montaggio e smontaggio dei ponteggi deve partecipare ai corsi previsti per la…

     

    (Fonte: Edilportale.com)

  • POS

    Obbligo di POS per i professionisti, marcia indietro sulle sanzioni

    Marcia indietro sulle sanzioni per i professionisti che non si dotano del POS. La nuova versione del disegno di Legge di Stabilità per il 2016, all’esame della Camera, ha cancellato le multe inizialmente previste, che partivano da mille euro e salivano fino alla sospensione dell’attività professionale, e ha rimandato la questione ad un momento successivo. Sarà il Ministero dello Sviluppo E…

    Dal 1° gennaio 2016 diventa obbligatorio accettare pagamenti elettronici di qualsiasi importo. L’obbligo finora è stato applicato solo all’acquisto di prodotti o alla prestazione di servizi di importo superiore a 30 euro. Si è sempre trattato di un o…

     

    (Fonte: Edilportale.com)

  • CARTE DI CREDITO

    Carte di credito, minipagamenti estesi anche ai professionisti

    Minipagamenti con le carte di credito, obbligo esteso anche ai professionisti. Il limite all'accettazione del pagamento con carta di credito o di debito per commercianti e professionisti è l'oggettiva impossibilità tecnica. Con un decreto ministeriale sarà fissata la commissione interbancaria. Inoltre i decreti fisseranno anche…

     

    (Fonte: Italiaoggi.it)

  • VALUTAZIONE IMMOBILIARE

    Valutazioni immobiliari: pronte le nuove linee guida ABI

    Pronte le nuove Linee guida ABI per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie. Con un mercato dei mutui che viaggia a +94,3%, in termini di nuove erogazioni, nel periodo gennaio-ottobre 2015, rispetto allo stesso arco temporale del 2014, qualità ed efficienza delle perizie immobiliari diventano fondamentali: le nuove Linee gu…

    "Presentate ieri a Roma - comunica l'Associazione Bancaria Italiana (ABI) - nel corso della giornata formativa "Le valutazioni immobiliari in un contesto di integrazione europea", le Linee guida saranno utili a porre all'avanguardia in Europa il mercato italiano del credito ipotecario - rendendolo ancora più efficiente, dina… - prosegue ABI - il processo di aggiornamento e adeguamento delle Linee guida ai più recenti standard europei di valutazione. La trasparenza e la corretta valutazione degli immobili sono elementi essenziali nelle operazioni di erogazione dei crediti. A disposizione d… - aggiunge ABI - un dettagliato volume che realizza l'esigenza di introdurre una serie di criteri di omogeneità in materia avvertita da tempo a vari livelli, con riferimento specifico agli indicatori di superficie o di volume, alle metodologie di valutazione adottate…- conclude ABI - sono ormai una realtà importante nel mercato delle valutazioni e sono già utilizzate da 172 banche/gruppi bancari (rappresentative in termini di sportelli a circa il 73% del mondo bancario), da tutti gli ordini e collegi rappresentativi dei professio…".

     

    (Fonte: Lavoripubblici.it)

     

    Agatos Service propone un corso sulla Valutazione Immobiliare. Clicca qui per maggiori specifiche sul corso.

  • DOMOTICA NEWS

    Ecobonus 65% anche per gli impianti domotici

    Ecobonus 65% esteso anche agli impianti domotici e credito di imposta per l’installazione di sistemi di videosorveglianza. Sono alcuni degli emendamenti al disegno di Legge di Stabilità per il 2016 approvati dalla Commissione Bilancio della Camera prima dell’approdo del testo in Aula. La detrazione fiscale del 65%, riconosciuta agli interventi di efficientamento energetico, sarà estesa alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la m…dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative”. Si tratta dei sistemi domotici, che automatizzano le funzioni di tutti gli impianti presenti in una casa ottimizzandone le prestazioni per aumentare i livelli di vivibilità, di comfort e di sicurezza all’interno degli ambienti.

     

    (Fonte: Edilportale.com)

     

    Agatos Service propone un corso sulla Domotica. Clicca qui per maggiori specifiche sul corso.

  • FOTOVOLTAICO

    Piccoli impianti fotovoltaici: operativo il modello unico

    Dalla fine del mese di novembre, per la realizzazione, la connessione e l'esercizio di piccoli impianti fotovoltaici deve essere utilizzato il Modello Unico allegato al D.M. 19 maggio 2015, che sostituisce qualsiasi altro modello eventualmente adottato dai Comuni, dai gestori di rete e dal GSE.

    Il modello unico può essere utilizzato (art. 2 del D.M.) per gli impianti fotovoltaici aventi le seguenti caratteristiche:
    • realizzati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo attivi in bassa tensione;
    • aventi potenza non superiore a quella già disponibile in prelievo;
    • aventi potenza nominale non superiore a 20 kW;
    • per i quali sia contestualmente richiesto l'accesso al regime dello scambio sul posto;
    • realizzati sui tetti degli edifici con le modalità di cui all'articolo 7-bis, comma 5, del decreto legislativo n. 28 del 2011 (l’installazione degli impianti, aderenti o integrati nei tetti degli edifici con la stessa inclinazione e lo stesso orie…
    • assenza di ulteriori impianti di produzione sullo stesso punto di prelievo.

    Il Modello unico per la realizzazione, la connessione e l'esercizio di piccoli impianti fotovoltaici integrati sui tetti degli edifici allegato al D.M. 19/05/2015 deve essere compilato nella sua interezza con la precisazione che la parte I deve esser…

     

    (Fonte: Lavoripubblici.it)

Contattaci
Accedi alla piattaforma
ACCEDI ALLA NOSTRA PIATTAFORMA E-LEARNING

Rimani aggiornato sulle nostre offerte